Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Professione Solenne di fra' Nestor

Il 14 settembre 2016, nella Basilica di san Francesco d’Assisi in Palermo, fra Nestor Livera Pèrez ha emesso la professione perpetua.

Il 14 settembre 2016, nella Basilica di san Francesco d’Assisi in Palermo, durante la celebrazione eucaristica nel giorno della commemorazione della Esaltazione della Santa Croce, alle ore 11.00, fra Nestor Livera Pèrez, nelle mani del Ministro provinciale fra Giambattista Spoto, ha emesso la professione perpetua. Al confratello che promette di guardare sempre lo sguardo misericordioso di Gesù, e di seguirlo sempre più da vicino, come Francesco d’Assisi per dedicare tutta la sua vita al servizio del vangelo e dei fratelli, assicuriamo la nostra preghiera e benediciamo Dio per il dono di un altro fratello e compagno di cammino. Vi proponiamo la lettura della lettera che il Ministro provinciale ha inviato a tutti i frati.


Carissimi confratelli, il Signore, insieme alle prove che ci fa vivere chiamando ogni tanto qualche nostro confratello a occupare il posto che lo stesso Gesù sta preparando in Cielo per ognuno di noi (Gv 14,2), ci dà delle consolazioni rimpiazzando con altri fratelli il vuoto che, quasi con smarrimento, si viene a creare. Ho la gioia di comunicare la professione solenne del nostro fra Nestor Livera Pérez che si terrà il giorno 14 settembre, commemorazione della Esaltazione della Santa Croce, alle ore 11:00, nella nostra Basilica di San Francesco a Palermo.

Fra Nestor Livera Pérez è nato a Totolapan, Morelos, Messico da Indalecio Livera e Emma Pérez il 15 agosto del 1983. Ha ricevuto i sacramenti della prima formazione cristiana a Totolapan. Quando nel 1992 il Vescovo di Cuernavaca, Mons. Luís Reynoso, ci affidò in perpetuum il convento di Totolapan, Padre Corrado Inserra, primo parroco, si è trovato a dover contrastare con le varie confraternite che dalla soppressione erano diventati i custodi e quasi proprietari. Dovette intervenire il Vescovo in una assemblea parrocchiale per difendere l’operato dei frati che avevano la necessità di occupare tutte le stanze con la finalità di adattarle a sede del noviziato. In quella assemblea parrocchiale fu la mamma di Nestor con altre donne a prendere le difese dei frati. Una delle prime iniziative di p. Corrado fu istituire l’Ordine Francescano Secolare e la mamma di Nestor ne fu Ministra. In un secondo tempo p. Salvador Hernández volle anche a Totolapan istituire una mensa per i poveri e la mamma di Nestor fu la prima a impegnarsi per la cucina. Tante volte incontrandola in chiesa in preghiera, le chiedevo per che cosa pregasse. Lei, con la semplicità della fede di ogni santa mamma, mi confidava che al vedere tanti giovani novizi cambiare ogni anno, le nasceva il desiderio di avere anche lei un figlio frate e sacerdote. “Il Signore la sta ascoltando”, l’animavo. E il Signore l’ha veramente ascoltata.

Nel 1992 fra Nestor era appena un ragazzino e faceva da chierichetto al parroco p. Corrado Inserra. Cresciuto e appena diplomato in Ragioneria, chiese di entrare nel nostro Postulato di Valle de Aragón. Era il 17 settembre 2005. Dopo un anno di postulato l’undici agosto del 2006 entra nel noviziato nella stessa Totolapan e professa 28 luglio 2007. Dopo la professione inizia il corso dei tre anni di filosofia nel nostro seminario di León. Continua con il primo anno di teologia a Tepojaco. Dopo un secondo anno viene mandato a proseguire gli studi e la formazione a Roma, nel Seraphicum. Dopo l’esperienza in Italia avvicinandosi il tempo della professione solenne, chiede di passare dalla Provincia di “Nuestra Señora de Guadalupe” in Messico alla Provincia delle“Sante Agata e Lucia” di Sicilia. E dopo quasi un anno passato con noi in Basilica nello studio e impegnandosi per l’animazione missionaria con p. Pancho, è stato ammesso alla professione solenne come frate della nostra Provincia. Il 14 settembre siamo tutti invitati alle ore 11:00 a partecipare alla Concelebrazione eucaristica per la professione.

Il Signore ci dia la sua pace.

Fr. Giambattista Spoto, Ministro provinciale